SZIGET FESTIVAL 2014: nel cast anche OUTKAST, MANIC STREET PREACHERS e The 1975

Svelati tre nuovi nomi per il cartellone della 22esima edizione del Sziget Festival: Outkast, Manic Street Preachers e The 1975 si affiancano agli artisti già annunciati, tra cui si segnalano Queens of the Stone Age, The Prodigy, Macklemore & Ryan Lewis, Bastille, Skrillex, Placebo, The Kooks ed Imagine Dragons.

La prima sarà un nuovo Giorno Zero, una giornata di concerti internazionali che scalderà il pubblico prima della settimana di musica e divertimento no-stop. In scaletta ci saranno Queens of the Stone Age, Ska-P e Anti-Flag, oltre all’Opening Party sul Main Stage con il deejay canadese Deadmau5.

“Spostare il Festival di una settimana ci ha aiutati nel booking non facendoci sovrapporre con i grandi festival giapponesi ed americani. Il risultato si vede nella line-up particolarmente forte di quest’anno – ha detto Karoly Gerendai, direttore del Festival. “Ma il Sziget continua ad essere molto più di una serie di concerti; l’esperienza totale che comprende anche i servizi e lo straordinario allestimento artistico dell’isola continua ad essere altrettanto importante. Miglioriamo ogni anno per offrire un festival dove ci si possa sentire in sintonia da tutti i punti di vista.”

sziget2014

Tra le novità anche il Campfire Stage, che nasce per stimolare la socializzazione ed il vivere insieme, da sempre il leitmotiv del Sziget Festival. Ispirato a Woodstock, il padre di tutti i festival che quest’anno celebra il suo 45° anniversario, questo palco offrirà sia ai musicisti professionisti che agli amatour uno spazio per cantare e suonare insieme in acustico.

Un altro cambiamento è la creazione del World Village, un’enorme venue in cui tradizioni locali ed esperienze globali si incontreranno; qui si concentreranno il palco World Music e le attività dell’ Africa Village, dell’ Hungaricum Falu e del Roma Tent. Sul palco del World Village suoneranno come sempre gruppi da tutto il mondo, mentre dopo i concerti si potrà ballare con i DJ set serali. Di giorno ci saranno workshop di percussioni, massaggio Thai, lezioni di capoeira e samba, ed i programmi folkloristici dell’Hungaricum Falu, come corsi di ballo ed artigianato.

La line-up completa del World Village Stage include: Bassekou Kouyate & Ngoni Ba, Besh o droM, Canzoniere Grecanico Salentino, Depedro, DJ Click, DJ Gaetano Fabri, DJ Kosta Kostov, El Juntacadáveres, Fanfarai, Fanfara Transilvania, Gasmac Gilmore, Gipsy Burek Orkestar, Jupiter & Okwess International, Kobo Town, La Yegros, Napra, Oy Division, Parno Graszt, Pannonia Allstars Ska Orchestra, Projekt Rakija, Rupa & the April Fishes, Romengo, Russkaja, Söndörgő, Terakaft, The Sexican, Winston McAnuff & Fixi and Yasmine Hamdan.

Nuovo anche l’Europe Stage, che incorporerà i palchi Mambo e Holland meets Hungary. Qui si esibiranno le migliori band europee, già famose nella loro patria e in cerca di un successo internazionale. Il Giorno Zero e Giorno -1 ospiterà l’ Youropen Talent Festival, con i vincitori dei talent contest nazionali tenuti nei 14 paesi europei coinvolti. Per l’Italia sono ancora aperte le iscrizioni al Sziget & Home Sound Fest 2014, il contest per suonare al Sziget e all’Home Festival di Treviso.

addicted-to-Sziget-Festival-4

Confermato il Petőfi Radio VOLT Festival Stage, sul quale si esibiranno di notte in acustico i migliori musicisti ungheresi, ed il Blues and Irish Stage, che ospiterà come sempre i grandi musicisti del genere e che quest’anno sarà dedicato al ricordo del geniale bluesman ungherese Andor Olah, recentemente defunto.

Grandi novità anche per gli amanti della musica elettronica: dato il limite di capacità raggiunta dalla Party Arena, gli eventi più grandi saranno divisi tra l’A38 (con i nuovi aggiunti di oggi Madeon e R3hab) e il Main Stage con artisti come Skrillex, Calvin Harris e il già citato Deadmau5. Mentre il Colosseum si sposterà e si allargherà ancora per creare uno spazio anche visualmente degno dei più sofisticati ritmi elettronici.

Il 2014 segna anche il 25° anniversario dalla caduta del muro di Berlino; per ricordare questo importante atto di libertà sarà allestito un muro lungo 100 metri in collaborazione con la scena artistica della capitale tedesca, che sarà decorata da diversi street artist e da tutti i Szitizens che vorranno parteciparvi.

Altra venue completamente nuova sarà il Sziget Community Garden, che presenterà in un modo divertente il mondo crescente dei giardini urbani. Dopo il successo ottenuto nel 2013 torna inoltre la Sziget Beach, nonché il Ruin Pub Quarter, in cui saranno riuniti i bar più originali di Budapest.

Sul Main Stage ritorneranno le feste a tema, come il Color Party, il Balloon Party il Beach Ball Party e il Bubble Party. Il divertimento inizierà anzi prima dell’inaugurazione del Festival: gli organizzatori hanno infatti ideato il Mission:Szitizen, un gioco internazionale per gruppi di 2-4 persone che prevede una serie di divertenti missioni da completare per diventare i migliori Szitizen del festival. Il gioco si appoggerà su una piattaforma online, dove le squadre di tutti i paesi condivideranno i loro risultati.

addicted-to-Sziget-Festival-5

I Szitizens più curiosi non potranno inoltre perdersi il Sziget Art Zone del Festival: quest’anno ci saranno statue di sabbia ed installazioni floreali che commemoreranno i Flower Children di Woodstock; qui avrà inoltre luogo il contest artistico internazionale lanciato dal Sziget, l’Art of Freedom, che accetta candidature fino al 10 maggio da giovani artisti, architetti e designer.

Tra le venue già confermate troviamo il Magic Mirror, venue del queer culture con programmi culturali il pomeriggio e draq queen show la sera, il Cirque du Sziget, tenda del circo contemporaneo, gli spettacolari Street Theatres, l’installazione artistica Before I Die, il consueto ma sempre affascinante Luminarium, il chill-out Cöxpon Chill Garden, il Tarot Labyrinth, l’isola delle ONLUS NGO Island, l’Ability Park, parco delle attività per avvicinare il mondo dei diversamente abili, il Tribute Stage e il Rubik Sziget, la tenda dei giochi di logica, il WAMP, e la Sport Zone.

L’isola della Libertà si trova a pochi chilometri dal centro di Budapest, dove anche quest’anno sarà allestita la gigantesca ruota panoramica Sziget Eye. La novità è che ce ne saranno ben due. Una in città e una all’interno del festival. Ancora una volta si potrà inoltre usufruire del CityPass, che continuerà a rendere particolarmente economico visitare la città: l’abbonamento creato appositamente per il Festival permetterà infatti di utilizzare i trasporti pubblici della città gratuitamente (Sziget Boat incluso), nonché di vistare le terme e i musei gratis o a prezzo scontato.

Come di consuetudine sono in programma viaggi organizzati da ben 14 città italiane, con prezzi a partire da 130€ a/r; gli abbonamenti per il festival saranno inoltre in promozione fino al 30 aprile. Dopo questa data e fino al 31 luglio il prezzo aumenterà di 20€; successivamente e fino all’ingresso il prezzo abbonamento con campeggio costerà 249€ e il ticket giornaliero costerà 55€.

Ricordiamo i nomi già comunicati fino a questo momento:

Main Stage – artisti già confermati in ordine alfabetico:
Anti Flag, Bastille, Bombay Bicycle Club, Die Fantastischen Vier, End Show with Calvin Harris, Imagine Dragons, Jake Bugg, Lily Allen, Macklemore & Ryan Lewis, Manic Street Preachers, Opening Show with Deadmau5, OutKast, Placebo, Prodigy, Queens of the Stone Age, Ska-P, Skrillex, The Kooks..

A38 Stage – artisti già confermati in ordine alfabetico:
Bonobo, Borgore, Brody Dalle, Crystal Fighters, Djaikovski ft. Tk Wonder and Mc Wasp, Fink, Girls in Hawaii, Jagwar Ma, Kavinsky, Klaxons, Laidback Luke, London Grammar, Madeon, Michael Kiwanuka, Miles Kane, Mount Kimbie, Palma Violets, R3hab, Starlight Girls, Stromae, The 1975, The Big Pink, Tom Odell, Wild Beasts..

Budapest, e quindi il Sziget Festival, sono collegati benissimo con l’Italia. Il tragitto su gomma (dal confine italiano sono solo 550km) è servito da un percorso tutto in autostrada. I voli dallo stivale sono tanti e interessano molte città da nord a sud. Le compagnie che servono la tratta sono la Wizz Air, Ryan Air e Alitalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.