SotAlaZopa 2017: la nona edizione del festival il 15 e 16 settembre a Primiero (TN)

Venerdì e sabato 15 e 16 settembre ritorna il SotAlaZopa a Primiero (TN), in località Tonadico. La nona edizione dell’ormai celebre festival eco-rock, organizzato dall’associazione Aguaz, quest’anno avrà tra i suoi ospiti di punta gli americani We are Scientists e l’atteso ritorno della carica indie di Zen Circus e Fast Animals and Slow Kids, già presenti al festival rispettivamente nel 2014 e nel 2015.

venerdì 15 settembre
ZEN CIRCUS
LIM
Wrong On You
Hirsch Cave

sabato 17 settembre
WE ARE SCIENTISTS
Fast Animals and Slow Kids

The AcademY
Ferbegy?
Tobjah
The Shalalas
Alice Phoebe Lou

Fra gli altri artisti ospiti all’evento il dream pop e l’elettronica di LIM, il folk d’eccezione di Wrongonyou e l’electro-rock di The Academy. Continua, inoltre, la fruttuosa cooperazione tra il SotAlaZopa e la piattaforma UploadSounds, che quest’anno porterà sotto le Pale di San Martino tre artisti provenienti dalle province dell’Euregio: Hirsch Cave (Trentino), Ferbegy? (Alto Adige) e Die Wohngemeinschaft (Tirolo). Come già sperimentato negli scorsi anni con grande successo, il sabato pomeriggio sarà riproposto Unplugged SAZ – Rassegna Cantautori, in cui solisti e band proporranno i loro repertori in acustico sul palco montato nel centro storico del borgo di Tonadico: gli spettacoli culmineranno con le esibizioni di The Shalalalas e del veronese Tobjah, senza dimenticare la chitarra e la voce dell’artista berlinese Alice Phoebe Lou.

Ma chi sono gli headliner del SotAlaZopa 2017? Il venerdì sera saranno protagonisti i toscani Zen Circus, pronti a far tappa anche in Primiero con il loro tour battezzato “La terza guerra mondiale”. Uscito l’omonimo album nel settembre scorso, Appino e soci hanno preso definitivamente posizione e scritto senza timori, gettando nella mischia il cieco campanilismo di provincia messo a nudo in “Pisa merda” (il cui video è uscito a maggio) e le liriche tutt’altro che buoniste di “Zingara”, pezzo ironicamente electro e tremendamente attuale. Il sabato sarà invece la volta dei We are Scientists, gruppo indie rock proveniente da New York, con origini californiane. “Helter Seltzer” è il loro sesto album, anticipato dal singolo “Buckle”. Questo lavoro risulta fedele al sound che li ha fatti conoscere e imporre al pubblico internazionale sin dai primi anni 2000, sul quale però gli We are Scientists di oggi sono intervenuti con accenti più marcatamente pop. Gli americani saranno accompagnati sul palco principale da una delle band alternative rock più acclamate della penisola, ovvero i perugini Fast Animals and Slow Kids, in tour estivo per la carismatica presentazione del nuovo disco di inediti “Forse non è la felicità”.

Però, il SotAlaZopa non è solo musica. Accanto alle performance musicali, ci saranno sia il Pranzo No-Strano nel centro storico di Tonadico, che porrà l’accento sulla tradizione culinaria trentina ed allo stesso tempo sposerà la logica del “chilometro zero” sulla reperibilità delle materie prime, sia un road-show gastronomico di street food locale, che vedrà la partecipazione di diversi camioncini itineranti adibiti alla distribuzione di cibo di qualità. Saranno, inoltre, presenti lo stand fotografico FaiNaFoto e diversi stand informativi di ONLUS e associazioni quali ad esempio Emergency, Amnesty International, Amici dell’Africa e Genius Loci. Non mancherà poi la possibilità di immergersi in uno spettacolo di teatro di strada con il supporto tecnico dei Tonadighi Strighi, recitato sulle strutture realizzate durante il CampoSaz, workshop di progettazione e autocostruzione in legno, che si terrà a Imer (TN) dal 25 agosto. Come sempre, questa due giorni di musica in Primiero strizzerà l’occhio all’eco-sostenibilità, con le sue attività volte a ridurre l’impatto ambientale per quanto riguarda mobilità, gestione dei rifiuti, comunicazione, alimentazione Km0 ed uso di energia rinnovabile. Per chi vorrà godersi l’intero festival, l’associazione Aguaz predisporrà uno spazio per il free-camping e concorderà delle convenzioni con alcuni hotel della zona.

Quest’anno gli organizzatori, grazie alla piattaforma Musicraiser, hanno anche realizzato una campagna di crowdfunding: una raccolta fondi collettiva, dove i donatori verranno ringraziati con delle ricompense speciali. Dalla giornata in Spa alla visita guidata al birrificio artigianale, passando per il laboratorio di aromatizzazione grappe e il giro in carrozza, il SotAlaZopa si è tolto per un attimo i panni del festival per diventare natura, sport, benessere, buon cibo, amore e passione per il territorio. Aguaz ha infatti raccolto il meglio del Primiero, l’essenza di una valle che ha la fortuna di essere ai piedi delle Dolomiti, per offrirlo al pubblico.

Il biglietto d’entrata al SotAlaZopa costa 7 euro per la giornata di venerdì e 10 euro per i concerti del sabato sera. Gli eventi pomeridiani il sabato in centro storico sono invece gratuiti. Per il programma completo dell’evento (in fase di aggiornamento), basta consultare il sito 2017.sotalazopa.it o l’evento Facebook dedicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *