LAGO FILM Festival: la 15a edizione dal 19 al 27 Luglio a Revine Lago (TV)

Torna, dal 19 al 27 luglio, per il quindicesimo anno consecutivo Lago Film Fest – festival di cinema indipendente e creatività espansa, manifestazione culturale che si propone di conciliare arte, ambiente, musica e cultura in un unico festival nel suggestivo borgo di Lago – comune di Revine Lago, in provincia di Treviso – che lo contraddistingue e lo rende un modello di riferimento in Europa.

Al ricco palinsesto di film in concorso, selezionati tra i più di tremila film provenienti da ottantasei paesi del mondo, si aggiungono le consolidate performance di danza del Lago Dance Fest, le proiezioni speciali e i focus tematici; e inoltre le esibizioni musicali di vari artisti al Lago Live Music, i laboratori per adulti e bambini, gli incontri e le degustazioni.

Nove giorni di attività intense e stimolanti distribuite durante l’arco di ciascuna giornata, che vi permetteranno di immergervi completamente nel festival e nella sua magica atmosfera.

LAGO FILM Festival 2019

15° Festival Internazionale Di Cinema Indipendente
Revine Lago (Treviso)
19 – 27 luglio 2019

19 luglio
YATUS
ore 22:00, GENERE shoegaze
Band nata a Trento da musicisti precedentemente impegnati in altre band in ambito hardcore, con l’intento di esplorare nuove sonorità e atmosfere diverse rispetto a quanto fatto in passato.
In un mix tra shoegaze e grunge, i volumi alti sono una costante nei brani, in un’alternanza tra momenti più dreamy annegati nel riverbero e parti distorte scandite dal fuzz.
“Soak the Sun” è l’ep autoprodotto, scritto nel 2018, registrato e mixato interamente dalla band e seguito dalle prime date della nuova formazione sul territorio nazionale.

PULSAR
ore 23:00, GENERE electro-ambient
PULSAR è il nuovo progetto del compositore elettronico Leonardo Pucci.
Musica electro-ambient fatta di batterie, Rhodes e sintetizzatori: un viaggio attraverso il vuoto dello Spazio.
“Empty” è il disco di debutto uscito per l’etichetta Rous Records.

20 luglio
MAURIZIO E GLI ATOMI – SUPER DANCING SAYONARA
ore 22:00, GENERE swing, rumba, cha cha, calypso, r’n’r… su 45 e 78 giri
La musica del secondo dopoguerra italiano con i dischi dell’epoca.
L’Italia che torna a divertirsi e sorridere, tra balere campagnole e fumosi night cittadini.

21 luglio
VITERBINI, BOTTIGLIERO, RAGNO TRIO
ore 22:00, GENERE impro-noise
Improvvisazione che nasce dall’incontro tra tre amici musicisti che condividono da anni la passione per il noise, il blues più estremo e l’afrobeat. Nessun obbiettivo di genere da raggiungere, ma semplicemente lasciarsi trasportare dalle energie di luoghi e persone, per creare musica che viva solo nel momento in cui è suonata, che lasci traccia solo nel ricordo di chi ha assistito, ed eventualmente, partecipato.

22 luglio
/HANDLOGIC
ore 22:00, GENERE alternative pop
⁄handlogic è un progetto experimental pop nato a Firenze nel 2016. Si è fatto notare sin dai primi passi nell’underground nazionale grazie alla vittoria del Toscana100band e del Rock Contest di Controradio.
L’EP di esordio riceve ottimi feedback dalla stampa musicale e in seguito la band intraprende un lungo tour di più di cento date in lungo e largo per lo stivale fino ad arrivare in Germania, Repubblica Ceca e Svizzera. Nel 2018 prende vita l’idea di una serie di rivisitazioni del materiale della band in collaborazione con undici artisti del panorama italiano, tra i quali Alberto Ferrari (Verdena), Andrea Appino (Zen Circus) e Giulio Ragno Favero (Teatro degli Orrori), che sfocia in una visionaria e multiforme raccolta di remix. L’album di esordio NOBODYPANIC è uscito a maggio 2019 per Woodworm Label, ed è stato registrato e mixato al The Garage Studio (AR) grazie alla vittoria del Premio Musicafutura.

23 luglio
MADAM: SUPERLUSSO
ore 22:00, GENERE psychedelic avant-impro
Duo svizzero.

BAD PRITT
ore 23:00, GENERE electronic
Bad Pritt è side project di Luca Marchetto, un terzo dei The White Mega Giant. Il progetto Bad Pritt trae ispirazione direttamente dall’arte seriale, punta alla musica cinematica, basandosi sugli artifici dell’elettronica raffinata, ispirata dalle attuali correnti neoclassiche.
Sul palco è accompagnato da oscure videoproiezioni e innumerevoli congegni: è una band in una sola persona che ha tutto l’aspetto di un producer, pur suonando come l’orchestra del villaggio globale.
Bad Pritt, il suo omonimo disco d’esordio, sarà pubblicato da Shyrec il prossimo 21 Settembre.
Si tratta di un lavoro che abbraccia il neo-romanticismo elettronico, mentre fuori imperversano ancora gli echi furiosi del post-rock.

24 luglio
ZEBRA
ore 22:00, GENERE alt rock
Il progetto nasce nell’ottobre del 2013 da un incontro casuale tra Giacomo (basso, voce) e Andrea (batteria, percussioni). Il trio si completa poi con l’aggiunta di Luca (chitarra, voce).
Pubblicano il loro primo ep autoprodotto ‘Homo Habilis’ nel dicembre 2014. Dopo aver intrapreso una serie di concerti a supporto del loro primo lavoro, i tre tornano in studio nella primavera del 2016 per registrare il loro secondo ep ‘Tango’.

MADAM: SUPERLUSSO
ore 23:00, GENERE psychedelic avant-impro
Duo svizzero.

25 luglio
PATRIZIA OLIVA
ore 22:00, GENERE electroacustic music
Patrizia Oliva è una cantante, autrice, improvvisatrice di musica di ricerca che attraversa l’elettronica, l’elettroacustica, il free jazz e la performing arts.
La sua ricerca è volta a una ridefinizione della cantante solista contemporanea.

L’IMPERO DELLA LUCE (EEVIAC, JOHANN MERRICH)
ore 23:00, GENERE electromagnetic music
L’Impero della Luce è un’unità di ricerca sonora; realizza concerti attraverso l’impiego di bobine a induzione elettromagnetica capaci di amplificare e rivelare il rumoroso e silente paesaggio sonoro che, seppur ignorato dalla sensibilità dell’orecchio umano, oscilla attorno a noi ogni giorno. I suoni di neon, lampade, alimentatori elettrici, radio, televisioni, bobine di Tesla ecc. sono organizzati e composti dal duo in tempo reale per svelare l’inedito fascino della voce delle tecnologie elettriche ed elettroniche.

26 luglio
GIOVANNI PERIN 5ET
ore 22:00, GENERE jazz
Il giovane vibrafonista italiano, già vincitore di numerosi concorsi a livello internazionale presenta il suo nuovo progetto da band leader: un accattivante connubio di brani originali del promettente vibrafonista ed alcuni standard tratti dal tradizionale songbook americano arrangiati nuovamente per l’occasione. Un artista poliedrico capace di avvicinare i frenetici ritmi del jazz con una ricerca melodica tipica della cultura italiana per dar luce ad un’armonia di colori ed emozioni cangianti grazie anche ad una sezione ritmica d’eccezione. Ad accompagnarlo giovani astri nascenti della scena jazz italiana che vantano già grosse collaborazioni a livello internazionale.

27 luglio

CLOSING PARTY BALLANDO IN RIVA AL LAGO FINO ALL’ALBA
DJ ORSO
ore 00:00, Dj set musicale ideato da Martina Melilli e Caterina Erica Shanta
Dj set musicale accompagnato da visuals e video tratti da gif animate, loop di vario tipo aventi gli orsi come soggetto/oggetto principale. La musica diffusa sarà a tema “animalità” e verterà dalla dance anni ‘80, classic, rock, rave, etc. La selezione musicale costituirà un breve excursus di anni e generi per indagare come la musica abbia interpretato l’animalità nelle sue forme e varianti, da una possibile sonorità rituale antica antistorica sino alla rave music underground dei giorni nostri. Dall’orso ballerino all’orso che balla assieme all’animale uomo, creando uno straniamento in cui i confini uomo­animale si sfumano e confondono. Chi ammaestra chi? Chi imita chi? Tutti ballano.

http://www.lagofest.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.