FIERA DELLA MUSICA, al via la 14° edizione ad Azzano Decimo (PN)

fieradellamusicaPer la Fiera della Musica è la 14° edizione e rappresenta un importante traguardo non solo per la città ma soprattutto per la musica dal vivo nella regione Friuli Venezia Giulia. Nonostante la congiuntura economica anche quest’anno si rinnova il festival di Azzano Decimo che si prefigge l’obiettivo di unire musica di qualità di respiro internazionale, divertimento e partecipazione popolare in un contenitore che ridisegna nel week end il centro cittadino all’insegna della musica.
Il Teatro Mascherini ospita l’anteprima del festival con Ian McCulloch nella versione “unplugged” per l’unico concerto estivo in Italia del musicista inglese (special guest Pablo Perissinotto) in programma venerdì 12 luglio mentre Piazza Libertà, con il grande palco coperto, diventa la location per i concerti del 13 e 14 luglio che completano il programma.

Venerdì 12 luglio

IAN MCCULLOCH (Echo & the Bunnymen)
+ special guest PABLO PERISSINOTTO

Sabato 13 luglio
MICHELE POLETTO djset

TOM TOM CLUB
MORCHEEBA 

Domenica 14 luglio
FINALE DEL CONCORSO PER GRUPPI EMERGENTI
PERSIANA JONES
RUMATERA

FIERA DELLA MUSICA, il programma 2013

Venerdì 12 luglio Teatro Mascherini
ore 21 / Ingresso gratuito con prenotazione
IAN MCCULLOCH (special guest PABLO PERISSINOTTO)
Ian McCulloch si esibirà proponendo i più grandi successi di Echo & the Bunnymen e brani tratti dai suoi ultimi quattro album da solista registrati dal vivo durante il suo tour nel Regno Unito. I primi tre album da solista del leader degli Echo & The Bunnymen, sono stati pubblicati da Music Group Demone proprio in coincidenza con il tour acustico in UK nel 2012. La Demone ha ri-pubblicato “Candleland” del 1989 e “Mysterio” del 1992 in un’edizione da 2 CD rispettivamente con 22 e 18 bonus track. “Slideling”, originariamente pubblicato nel 2003, è stato ristampato in un unico disco, integrando l’album originale con sette bonus track. Inoltre McCulloch ha autoprodotto un quarto album solista, “Pro Patria Mori”. Tra le bonus track, “Candleland” contiene una cover di Kurt Weil “September Song” del 1984 nonché singolo di debutto per questa esperienza da solista. Mysterio comprende “Return to Sender” di Elvis, mentre in Slideling ritroviamo ” Prettiest Star” di David Bowie e “Jealous Guy” di John Lennon.

Sabato 13 luglio Piazza Libertà
dalle ore 14 / Ingresso gratuito
MOSTRA – MERCATO DEL DISCO USATO E DA COLLEZIONE
Tutti i numerosi collezionisti ed appassionati di musica avranno la possibilità di scambiare dai loro scaffali: vinili, cd, album, raccolte, rarità, memorabilia e picture disc con accesso gratuito per il pubblico. Nella scorsa edizione erano presenti 30 collezionisti, provenienti in particolare da Austria e Germania, che hanno animato la mostra – mercato e, come nelle migliori tradizioni, hanno scambiato anche dei pezzi molto rari e preziosi con una presenza di pubblico molto importante.

Sabato 13 luglio Piazza Libertà
ore 20 / Ingresso Euro 19,00 per il biglietto intero (Euro 17,00 in prevendita ed Euro 15,00 in prevendita per gruppi di almeno 10 persone)

MICHELE POLETTO DJ SET
Apre i concerti il dj set di Michele Poletto voce dei Playa Desnuda, gruppo che si sta imponendo con una genuina e particolare interpretazione di alcuni importanti brani della storia rock e pop internazionale.

TOM TOM CLUB in concerto
Dai membri fondatori dei Talking Heads Chris Frantz e Tina Weymouth nasce il Tom Tom Club conosciuto per intramontabili successi quali “Genius of love” e “Wordy rappinghood”. Diplomati alla Scuola di Design di Rhode Island, si trasferiscono a New York, dove danno vita ai Talking Heads nella formazione in trio con David Byrne: Chris alla batteria, Tina al basso e David voce e chitarra. I Talking Heads prendono un periodo di pausa dopo cinque anni di tour internazionali e quattro album in studio. È in questo momento che Chris e Tina danno avvio al Tom Tom Club. Quando il leggendario produttore di musica reggae Lee “Scratch” Perry non riesce ad essere presente alle sessioni di registrazione programmate alle Bahamas, il responsabile dell’etichetta discografica Chris Blackwell concede a Chris e Tina di produrre da sé gli album, in collaborazione con il giamaicano Steven Stanley in veste di tecnico del suono. Il primo singolo del Tom Tom Club è stato “Wordy Rappinghood”, un inedito mix di rap da teenager che si innesta su un funky groove; brano che ha raggiunto la testa delle classifiche in 17 paesi. “Wordy Rappinghood” si è rivelato decisivo nel dirigere l’attenzione prevalente verso il nuovo spirito dell’hip hop. Particolarmente famoso è il secondo singolo del gruppo: “Genius of Love”. Pubblicato nel Regno Unito prima che nel Nord America, il brano, diffondendosi tra i gruppi underground in una dozzina di remix e versioni non previste (in modo particolare “It’s Nasty / Genius of Love” nel 1982), ottiene un grande successo nei club e nelle classifiche sia di R&B che di musica dance. Nel 1995 Mariah Carey raggiunge il top della classifica con “Fantasy”, la sua versione di “Genius of Love” con la partecipazione di Ol’ Dirty Bastard che rappa sopra la traccia strumentale originale. “Genius of Love” continua ad essere frequentemente preso a modello da vari artisti, da Tupac Shakur a – più recentemente – T.I. feat. Fergie e Will.I.am dei Black Eyed Peas. Il Tom Tom Club festeggia gli oltre trent’anni di vita come band. Lo scorso anno, Chris e Tina hanno eseguito il loro classico di sempre “Genius of Love” al programma della NBC “Late Night with Jimmy Fallon”. È stato un salto all’indietro nel tempo, ai primi successi della carriera quando suonarono la loro hit al popolarissimo programma TV “Soul Train” nel lontano 1983 – in un’epoca in cui c’era una grande rotazione di brani trasmessi dalle radio cittadine. La genesi del titolo del nuovo album “Downtown Rockers” rende omaggio alle numerose band che contribuirono a creare la scena musicale downtown nella New York degli anni ’70, dai Velvet Underground ai Talking Heads. Il missaggio è stato effettuato da Ed Stasium, che ha anche fatto la registrazione e il missaggio di Talking Heads ’77 e di vari classici dei Ramones.

MORCHEEBA in concerto
In formazione originale con la cantante Skye Edwards, e i fratelli Paul e Ross Godfrey.
L’inimitabile punto di riferimento del chill-out mondiale porterà sul palco della Fiera della Musica di Azzano Decimo i loro recenti lavori e i successi che li hanno resi famosi sulla scena internazionale. Il trio si forma nel 1995 quando i due fratelli ossessionati da hip hop e blues intraprendono una strada propria, dopo aver co-prodotto sei tracce per “Feelings” di David Byrne (ex-Talking Heads), inserendo nella line-up Skye, conosciuta ad un party di amici nella capitale britannica. Dopo mesi di intenso lavoro esce “Trigger Hippie”, segue a ruota, nel 1996, l’album “Who Can You Trust”, destinato ad arricchire le librerie musicali di migliaia di appassionati. Dal disco vengono estratti diversi singoli di successo “Tape Loop”, “Never An Easy Way” che ricevono un ottimo riscontro da parte del pubblico. Con “Big Calm”, datato 1998, trainato alla grande dal brano d’apertura, “The Sea”, uno dei pezzi elettronici più intensi del decennio, la band vende milioni di copie ovunque. I concerti trionfali e le apparizioni ai festival, fra cui un indimenticabile show alla Royal Albert Hall di Londra, cementano definitivamente la loro reputazione nel gotha delle live band britanniche. Uno dei brani che più li ha resi famosi è “Rome wasn’t built in a day” contenuto nell’album “Fragments of freedom”, del 2000. Sono poi seguiti i bellissimi “Charango”, “The Antidote” e “Dive Deep”, a consacrare una carriera lunga due decenni. Dal 2005 la storica cantante viene sostituita dalla voce di Daisy Martey, ma dal 2010 Sky Edwards ritorna a far parte del gruppo con il quale registra l’ennesimo successo con l’album “Blood like Lemonade”.

Domenica 14 luglio Piazza Libertà
ore 10 / Ingresso gratuito
MOSTRA – MERCATO DEL DISCO USATO E DA COLLEZIONE

Domenica 14 luglio Piazza Libertà
ore 17 / Ingresso gratuito
FINALE DEL CONCORSO PER GRUPPI EMERGENTI
A decretare i tre gruppi vincitori del concorso sono stati chiamati: Antonio Vandoni – Direttore Artistico musicale di Radio Italia e Radio Italia TV, Andrea Fontana – Musicista (batterista di Elisa, Tiziano Ferro, Daniele Silvestri…), Alessandro Ceccarelli – Mescal ed Estragon Bologna, Daniele Benvenuti – Giornalista e studioso di sociologia della Musica, Michele Poletto – Musicista e DJ. Grazie alla collaborazione con la BCC Pordenonese, che offre il secondo premio, ospite d’eccezione l’olimpionico Daniele Molmenti che premierà i gruppi. Sul palco gli Another Feedback di Bresso (MI), Copral di Pordenone, i Down The Rabbit Hole di Ferrara, i Gonzalo di Pordenone. E poi da Zagabria Ivan Mihaljevic & Side Effects e i Cinema Bianchini di Padova.

Domenica 14 luglio Piazza Libertà
ore 21 / Ingresso gratuito

PERSIANA JONES in concerto
Dal 1988 una della band più inossidabili della musica ska rock “alternative” italiana. Dopo l’esperienza maturata dal 1985 con i Winding Logs, Beppe e Silvio Carruozzo con Gianni Rossebastiano danno vita al gruppo Persiana Jones; caratteristica principale della neonata band la voglia di divertirsi uscendo dai soliti schemi, brani ironici e ritmi in levare, fatti apposta per trasformare un concerto in una festa. Da subito incomincia una intensa attività concertistica, che porta in breve il gruppo a farsi conoscere in tutta Italia. Nel 1990 esce il primo disco, un mini LP con 4 brani intitolato “Impazzire”, registrato e prodotto da Madaski, tastierista e produttore di Africa Unite. Il disco in pochi mesi brucia le 3000 copie, viene recensito oltre confine e la frenetica attività della band, contribuisce a dare una buona fama anche fuori dalla penisola. Di recente sono rientrati in studio entra per la prima sessione di registrazioni, ancora una volta con Carlo U. Rossi e Mauro Tavella al Transeuropa Studio per quattro brani che vengono distribuiti solo in formato digitale attraverso i siti specializzati.

RUMATERA in concerto
Grande successo di pubblico per la punk hard rock band che canta testi in dialetto veneto nata nell’estate 2007 da un’ idea di Daniele “Bullo” Russo che recluta Giovanni “Rocky Gio” Gatto, Giorgio “Gosso” Gozzo e Luca “Sciukka” Perin. La band ha all’attivo quattro album: “Rumatera” (2008), “My Crew” (2009), “71 Gradi” (2010) e “La Grande V” (2011), in cui raccontano sempre rigorosamente in dialetto veneto la vita dei ragazzi di provincia. I loro video su YouTube hanno centinaia di migliaia di visualizzazioni e nel corso della loro carriera hanno collaborato con artisti come Gianni Drudi, Gianni Dego e Il Trio Medusa, per cui hanno creato alcuni jingle per la loro trasmissione di Radio Deejay “Chiamate Roma Triuno Triuno”. Insieme al trio comico hanno anche partecipato all’edizione 2010 della maratona radiofonica organizzata da Radio Deejay. Nel frattempo, la band non ha mai smesso di portare avanti un’intensa attività live, che li ha portati a suonare in tutta Italia fino a vincere il concorso Planet Rox che gli ha permesso di volare in Canada a rappresentare l’Italia nel festival internazionale Envole et Macadam, a dimostrazione che cantare in dialetto non è certo un limite. L’album “Xente molesta” contiene dieci brani inediti cantati in dialetto veneto, che aggiungono riff di chitarra hard rock alle sonorità punk-rock tipiche della costa californiana, creando un ipotetico ponte di collegamento tra la tradizione musicale americana e la provincia italiana, specie quella veneta. I brani dell’album trattano infatti dell’amore per la vita di provincia e per la sua gente, sincera e genuina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.