Festival di Villa Arconati 2016: scopri i protagonisti del festival di Bollate (Milano)

È arrivato il momento di annunciare alcuni artisti che andranno a riempire il cartellone della prossima edizione del Festival Villa Arconati 2016. Nelle calde serate estive migliaia di “viaggiatori” contemporanei raggiungono il Castellazzo per assistere a un concerto di musicisti di fama nazionale e internazionale.

L’origine dell’evento risale al 1985, anno in cui per la prima volta Villa Arconati viene aperta al pubblico per ospitare concerti di musica classica. La rassegna di musica avrebbe lasciato spazio nel 1989 al “Festival di Villa Arconati”, il quale, nel corso di tutti questi anni, si è affermato una delle manifestazioni più prestigiose dell’estate milanese.

Festival di Villa Arconati 2016

Castellazzo di Bollate – Milano

I primi protagonisti confermati:

DIANA KRALL
Martedi 12 Luglio 2016
Biglietti > http://bit.ly/1WcOTkC

The Best of Jethro Tull Performed by IAN ANDERSON
Lunedi 18 Luglio 2016
Biglietti > http://bit.ly/22KZbbT

JOAN BAEZ
Martedi 19 Luglio 2016
Biglietti > http://bit.ly/1YF7jtn

GORAN BREGOVIC
Venerdi 22 Luglio 2016
Biglietti > http://bit.ly/22KYVcP

L’arte di Diana Krall non solo ha fatto di lei uno degli artisti più immediatamente riconoscibili del jazz di oggi, ma ha travalicato i generi musicali. Diana, cantante, pianista ,vincitrice di Cinque Grammy® Award e di otto Juno® Awards, ha venduto più album di qualunque altra musicista di jazz dell’ultimo trentennio, risultando così una vera best-seller fra gli artisti della sua generazione. L’artista ripercorrera’ sul palco il suo incredibile repertorio fino ad arrivare al nuovo album “Wallflower” uscito a febbraio.

Con la radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock…. dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *