MUMFORD AND SONS, il ritorno a Marzo per tre concerti (Milano, Roma, Firenze)

2

Dopo aver raggiunto il primo posto in classifica sia in Inghilterra che negli Stati Uniti stracciando ogni record di vendita, in Italia i Mumford & Sons hanno conquistato con ‘Babel’ il quinto posto tra gli album più venduti. Anticipato dal singolo ‘I Will Wait’, questo secondo album conferma il successo planetario che la giovane band ha raggiunto in pochi anni con sold out registrati ovunque in giro per il mondo.

In occasione dell’uscita di questo nuovo album e del loro tour europeo, i Mumford & Sons faranno tappa in Italia per tre imperdibili date, che hanno fatto ovviamente già tutto esaurito.

Aggiornamento 21 Gennaio
Ad arricchire il tour italiano dei Mumford and Sons, già completamente SOLD OUT, per tutte e tre le date previste ci saranno due artisti eccezionali, Deap Vally, duo al femminile proveniente da Los Angeles e Jesse Quin, artista inglese vecchia conoscenza della band.

Giovedì 14 Marzo
Milano – Alcatraz * SOLD OUT
Via Valtellina 25, 20157 Milano
Apertura porte ore 19.30 / Inizio concerto ore 21.30
Concerto esaurito: compra o vendi il tuo biglietto per il concerto.

Venerdì 15 Marzo
Firenze – Nelson Mandela Forum * SOLD OUT
Apertura porte ore 19.30 / Inizio concerto ore 21.30
Concerto esaurito: compra o vendi il tuo biglietto per il concerto.

Sabato 16 Marzo
Roma – Atlantico * SOLD OUT
Viale dell’Oceano Atlantico 271/D, 00144 Roma
Apertura porte ore 19.30 / Inizio concerto ore 21.30
Concerto esaurito: compra o vendi il tuo biglietto per il concerto.

Deap Vally
Deap Vally sono Lindsey Troy (Voce, Chitarra) e Julie Edwards (Batteria, Voce)
Il duo di Los Angeles ha da poco confermato le loro prime date del tour nel 2013 con l’uscita di un nuovo singolo Lies per Island/Communion; hanno recentemente completato le date britanniche ed europee come ospiti di The Vaccines e poi Muse. Suoneranno come headliner al London Dingwalls nella settimana di uscita del loro nuovo singolo e si esibiranno alla Brixton Academy per gli NME Awards con The Cribs.

Deap Vally distrugge il blues nella sua più semplice e fondamentale forma: il battere, la melodia ed il significato, mentre i roventi spettacoli dal vivo del duo stanno rapidamente diventando leggenda. Sebbene possa sembrare improbabile, la coppia si è effettivamente incontrata per la prima volta alla scuola di ricamo, proprio l’anno scorso. Si sono avvicinate, tra una sferruzzata e l’altra, grazie all’amore per il blues; primi demo e video dei loro spettacoli dal vivo sono saltati fuori sul web con sempre maggiore frequenza negli ultimi mesi; Filter Magazine ha invitato la band ad esibirsi al loro Coachella party e sono saltate all’orecchio di un certo Josh Homme, degli Eagles of Death Metal, che ha invitato le ragazze ad aprire il loro concerto di Los Angeles.
Gli spettacoli estivi della band nel Regno Unito, hanno fatto diventare le voci che queste ragazze fossero qualcosa di speciale, un più appropriato ruggito e Island/Communion si aggiudicarono la gara per metterle a contratto. Tra una data e l’altra del tour, la band è al lavoro sui brani per il loro album di debutto, in uscita per Island/Communion nel 2013.

Jesse Quin_
Jesse Quin è un musicista londinese che è stato amico ed alleato musicale dei Mumford & Sons prima ancora che diventassero una band nel 2007. Lo potrebbero chiamare un “tutor” od un “guru”… ma non lo fanno. Avrebbero mai pensato di volerlo in tour? Assolutamente no! Ma lui ci va lo stesso. Jesse sta attualmente lavorando al suo album di debutto. Nel frattempo, si uscirà un EP a fine febbraio.

Mumford & Sons.
“We wanted to do something unashamed,” dice Ben Lovett. “We’re confident and happy to be where we are as a band — everything that’s happened with us has exceeded expectations, and it’s all been a surprise, it’s all much bigger than what we were prepared for. So when we came to recording this record we had a choice: to shy away from that, or to realise that people dig what we’re doing, and make something robust, with that energy.”

[one_half last="no"]
[/one_half]Era il dicembre del 2010, quando i Mumford & Sons stavano concludendo la loro esperienza on the road partita l’estate precedente: un periodo glorioso, ricco di eventi, inesorabile. Euforici e allo stesso tempo esausti, il nuovo piano per i quattro membri della band era dedicare tempo alla scrittura e recuperare energie, per incontrarsi poi a Nashville ad anno nuovo, con l’intenzione di provare materiale per il loro secondo album.
L’informalità che caratterizzava il set-up in Tennessee ha forse contribuito a dissipare i nervi e rilassare i ragazzi dopo un’annata come quella del 2009 che ha segnato il loro trionfale debutto con l’uscita di “Sigh No More” – l’ album che ha conquistato quattro volte il disco di platino nel Regno Unito, e due volte negli Stati Uniti. Riunita nel soggiorno di una casa, la band ha iniziato a condividere e provare le canzoni che avevano composto nel periodo di pausa.

[youtube id="rGKfrgqWcv0" width="600" height="350"]

Da quel periodo trascorso a Nashville sono nate un paio di canzoni per il nuovo album – le splendide Lovers’ Eyes e Hopeless Wanderer L’appuntamento successivo, tra un impegno e l’altro è stato quello a Bermonsday, lo studio nel sud di Londra. Qui, oltre ad aver registrato la canzone per la colonna sonora di Wuthering Heights, la band ha trovato le fondamenta per molte delle canzoni del nuovo album: Babel, I Will Wait, Not With Haste, Broken Crown, Lover of the Light.
Il 2011 ha preso forma lentamente – nel corso dell’anno hanno lavorato all’album, discutendo il nuovo materiale con il produttore Markus Dravs – che aveva anche guidato Sigh No More (“E ‘come un maestro mente”, dice Lovett) e l’ingegnere Robin Baynton.
Una delle novità è che alcune canzoni su Babel sono state registrate dal vivo, è lì che emerge la potenza della band!
Più di ogni altra cosa, vi è un vero e proprio senso di completezza su Babel, una totalità soddisfacente e una sorta di ricchezza lirico musicale – romanticismo temperato dalla forza e dal vigore, bilanciato dalla bellezza.

Mumford & Sons sono rappresentati in Italia da Comcerto