I concerti del mese di Novembre all’Ohibò di Milano

La stagione dell’Ohibò è iniziata da due mesi, ecco le selezioni musicali di Rockon per questo mese con il calendario dei concerti da non perdere:

6 novembre
STU LARSEN & NATSUKI KURAI
opening act: ALBERT ENO + AN EARLY BIRD
https://www.facebook.com/events/179107056252748/
Australia e Giappone si incontrano per una serata magica. l cantautore australiano Stu Larsen e l’armonicista giapponese Natsuki Kurai si sono incontrati quasi per caso nel bel mezzo di Tokyo. Nasce un’amicizia che ben presto si tramuta in una vera e propria sintonia sul palco. I due artisti stanno affrontando il tour mondiale che li vedrà in Italia a novembre insieme a Milano.

11 novembre
OUGHT
https://www.facebook.com/events/225381011621635/
La band di Tim Darcy, Tim Keen, Matt May e Ben Stidworthy, riconosciuta come una tra le realtà più interessanti della scena indie e post-punk internazionale arriva in Italia per presentare ‘Room Inside the World’ il primo album su Merge, dopo i due precedenti lavori usciti per Constellation. Il suono degli Ought si presenta qui più ricco che in passato con un un uso sapiente di synth e drum machine e un gusto per il post-punk che va oltre la visione classica del genere.

16 novembre
GO!ZILLA + THE GLUTS
afterparty: BRIT ON NIGHT
https://www.facebook.com/events/271819906781282/
I Go!zilla sono una formazione toscana dedita al garage rock sempre alla ricerca di nuovi territori musicali e sentieri creativi non ancora esplorati. Ciò che propongo è un songwriting dalle venature garage e psichedeliche che incontra la soundtrack music e l’afro-beat. Sul palco anche i milanesi The Gluts, band di matrice post-punk e sonorità che ricordano Telescopes e Joy Division.

20 novembre
BLANCO WHITE
opening act: HENRY JAMISON
https://www.facebook.com/events/1186837361458861/
Il chitarrista e cantautore londinese Josh Edwards, in arte Blanco White arriva per la prima volta in Italia. Innamorato delle sonorità latine, Blanco White mescola elementi della musica latino americana e andalusa con influenze anglosassoni. Il risultato è più che esotico: è mistico. Questo giovane artista ha totalizzato oltre 40 milioni di stream, concerti sold out a New York, Amsterdam, Londra, Groningen e in Svizzera e ha ricevuto promettenti recensioni da The Independent, CLASH e molte altre testate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.