LEVANTE: reportage, scaletta e fotogallery del concerto di Padova

Articolo di Angela Montanariello | Foto di Denis Ulliana

Termina il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova il “Caos in Teatro tour” di Levante, all’anagrafe Claudia Lagona, giovane cantautrice siciliana già nota, ma che ha visto allargare notevolmente il suo pubblico dopo la sua esperienza come giudice alla trasmissione X Factor.

Il tour ha toccato le maggiori città europee e gran parte di quelle italiane, portando in scena una carrellata di brani pescati dagli album precedenti e dall’ultimo lavoro in studio, alcuni dei quali ri-arrangiati per l’occasione. Ben ri-arrangiati direi, perché musicalmente e parlando Levante e la sua band sono proprio belli. La freschezza e il trasporto sono evidenti, ogni musicista si fa notare e non resta in secondo piano.

Un concerto leggero ed emozionante, dalla scaletta varia, che alterna momenti grintosi e rock a brani quasi sussurrati in acustico. Una Levante giovane, eppure esperta nella padronanza della voce, del palco e del pubblico, letteralmente pendente dalle sue labbra. L’espressione che la contraddistingue è distesa, ma dal retrogusto sempre un po’ malinconico, un dolceamaro dolcissimo che si scopre e si nasconde a seconda dell’intimità del brano.

Come il gioco di veli che caratterizza la scenografia dello show, scelta che onestamente non ho colto a pieno, così come non ho apprezzato la formula del “concerto da seduti”, perché Levante, diciamoci la verità, è un’artista che va ascoltata in piedi! A dimostrarlo, i fan che continuamente provano ad alzarsi, fino alla conclusione che vede l’intero pubblico in piedi sotto al palco, con buona pace di chi è deputato a riportare l’ordine!

E Levante non si sottrae all’affetto del teatro, rientrando sul palco ben 2 volte per una serie di brani fuori programma, come un ultimo abbraccio in cui rimanere stretti perché non si vuole andare via.

Il tour, a detta di molti supera a pieni voti la prova! Tuttavia, per il futuro mi auguro di scoprire una Levante più varia: se pure apprezzo la particolarità di alcuni brani, in generale, ho come l’impressione di ascoltare un esercizio vocale che si ripete e toglie un po’ di sorpresa ad un’artista che invece, ha tutta la stoffa per regalare emozioni ancora più grandi.

Clicca qui per vedere le foto di Levante a Padova (o sfoglia la gallery qui sotto).

LEVANTE – scaletta del concerto di Padova

Caos
Alfonso
Diamante
La rivincita dei buoni
Farfalle
Io ti maledico
Le lacrime non macchiano
Finché morte non ci separi
Sentivo le ali
1996 La stagione del rumore
Sbadiglio
Cuori d’artificio
Le parole che non dico mai
Non me ne frega niente
Tutti i santi giorni
Le margherite sono salve
Santa Rosalia
Memo
Io ero io
Gesù Cristo sono io
Encore:
Ciao per sempre
Duri come me
Pezzo di me
Abbi cura di te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.