Heart Of A Dog: il film di Laurie Anderson venerdi 27 Ottobre su Sky Arte

“Ciao, testolina ossuta. Ti amerò per sempre”. Si apre così Heart Of A Dog, il film diretto da Laurie Anderson che Sky Arte HD (canale 120 e 400 di Sky) presenta venerdì 27 ottobre alle 21.15 in prima visione assoluta.

Il film, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2015 e uscito nelle sale solo per due giorni, è il viaggio cinematografico di Laurie Anderson, scrittrice, regista, artista visiva, musicista e moglie di Lou Reed, nel continente dell’amore, della morte e del linguaggio.

Incentrato su Lolabelle, l’adorato rat terrier della regista morto nel 2011, Heart Of A Dog è un saggio personale che intreccia ricordi di infanzia, riflessioni filosofiche sul concetto buddista della vita dopo la morte, oltre a una serie di tributi sinceri e sentiti agli artisti, scrittori, musicisti e pensatori che l’hanno ispirata.

Inframmezzando una personalissima narrazione e originali composizioni di violino, animazione disegnata a mano, filmini di famiglia in 8 millimetri e opere d’arte, Heart Of A Dog avvolge gli spettatori con un linguaggio visivo ipnotico: un collage realizzato a partire dai materiali grezzi della vita e dell’arte della Anderson. Lou Reed, il compianto marito dell’artista a cui il film è dedicato, interpreta la coda musicale del film con il suo brano Turning Time Around.

Rompendo con gli schemi convenzionali del formato documentario e del film saggio, il lungometraggio di Laurie Anderson è un distillato del suo inconfondibile stile e dei suoi principali temi, tra i quali l’utilizzo di elementi multimediali, una fascinazione per il linguaggio e un impegno artistico con la tecnologia.

Gran parte del film è stato girato con una serie di piccole videocamere digitali, tra cui un iPhone, una videocamera drone e una GoPro. La semplice sequenza di animazione utilizzata come surreale capitolo iniziale del film, nella quale Laurie Anderson sogna di partorire Lolabelle, è stata realizzata dall’artista stessa.

Heart Of A Dog è un lavoro sulla memoria che fonde i materiali grezzi della vita e dell’arte di Laurie Anderson in una narrazione di più ampio respiro sull’amore e sulla perdita, sulla vita e sulla morte e sul passaggio del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.